Mandela, L'uomo del Futuro

25,00

Regia: Mario Rossi | Sceneggiatura: Giuseppe Verdi | Cast: Francesco Biondi, Angelo Brown, Matteo Dellini

Breve Sinossi: Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam eaque ipsa, quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt, explicabo.

PDT

Mandela, L'uomo del Futuro

25,00

Esaurito

Mandela, L'uomo del Futuro

Trailer

Spettacolo disponibile

Mandela, L’uomo del Futuro

Regia Maurizio PALLADINO

Nelson Mandela è senza dubbio uno degli uomini più importanti della storia recente. La battaglia per la libertà del suo popolo e contro ogni pregiudizio razziale è un esempio insuperato di coraggio e rigore morale, uno straordinario percorso umano e politico che tutti dovrebbero conoscere e prendere a modello. In questa avvincente rievocazione Nelson Mandela rivive attraverso le parole di Bram Fischer, leader politico e avvocato difensore di Mandela. Fischer, uomo bianco che potrebbe godere dei privilegi della sua gente, abbraccia la causa della libertà promossa da Mandela e i due uomini lottano assieme contro l’apartheid, organizzando scioperi e manifestazioni di protesta. La cronaca di quei giorni pieni di speranze, ma anche di efferata violenza, s’intreccia con le storie intime dei due personaggi e della loro grande amicizia, fino al giorno in cui Mandela viene catturato e processato. Grazie anche alla sagacia giuridica di Fischer, Mandela riesce a evitare la pena capitale. Entrambi, in tempi diversi, vengono condannati all’ergastolo. La rievocazione dei lunghi anni di prigionia culmina nel giorno della liberazione, quando Mandela diventa l’uomo che darà al suo paese un nuovo futuro. Il monologo ripercorre le fasi più importanti della battaglia contro l’apartheid, dandone un quadro sintetico, ma estremamente efficace. Nella rievocazione del protagonista trovano spazio tutte le altre persone vicine a Mandela, ovvero i suoi compagni di lotta Oliver Tambo, Walter Sisulu, Ruth First e Joe Slovo, nonché un altro leader importante come Stephen Biko.